Turismo medico – Parte seconda

Turismo medico – Parte seconda

Destinazione: Thailandia

 

Il Bumrungrad International Hospital e il Bangkok Hospital – entrambi situati nella capitale – sono tra gli oltre 600 ospedali nel mondo che hanno ricevuto il riconoscimento della Joint Commission International (JCI)

 

Assomigliando più a hotel a 5 stelle che a ospedali, entrambi questi leader di mercato hanno lasciato un’ottima impressione ai pazienti stranieri. Il Bumrungrad ha curato oltre un milione di persone nel 2013, il 40 per cento dei quali erano pazienti stranieri.

 

Noi di AD Asia Group e AD Asia Consulting abbiamo assistito allo sviluppo del fenomeno del turismo medico fin da quando siamo arrivati qui con una strategia di sopravvivenza nel 1998, all’indomani della crisi finanziaria asiatica. Gli attacchi dell’11 settembre a New York sono stati il punto di svolta, dato che per i pazienti mediorientali abituati ad andare negli Usa per gli inverventi chirurgici è diventato più difficile ottenere un visto, e quindi si sono rivolti alla Thailandia. Questo è il momento in cui il Bumrungrand è passato dal curare 10 mila pazienti mediorientali all’anno agli oltre 120 mila che arrivano oggi.

 

Oggi, il Bumrungrad offre aree lounge con bevande analcoliche gratuite, sportelli per il check-in che assomigliano a quelli di una banca, agenti di viaggio sul posto che gestiscono le estensioni dei visti e una completa gamma di interpreti che offrono servizi di traduzione.

 

Non lontano dal Bumrungrand, il Bangkok Hospital ha creato centri appositi disegnati specificatamente per i suoi pazienti giapponesi, arabi e occidentali, con tanto di team di intrerpreti specializzati in 26 lingue, eliminando così ogni potenziale barriera comunicativa.

 

“Una visita dal dentista per un’otturazione in Australia ti costa circa 150 dollari australiani, mentre in Thailandia costa 30 dollari”, dice il sito australiano news.com. “Le protesi al seno costano almeno 8 mila dollari in Australia, in confronto a circa 3 mila – 4 mila dollari in Thailandia. E’ questa la realtà che sta cambiando il panorama medico, con australiani e pazienti di tutto il mondo attirati da costi più bassi, senza liste di attesa e con una tecnologia spesso migliore di quella che troverebbero nel loro Paese”.

 

Dato che il risparmio è diventato la motivazione principale per la maggior parte dei turisti medici, la destinazione può diventare un non-problema, che spesso passa in secondo piano rispetto ad altre questioni. Per molte persone, un ospedale è un ospedale, così come una spiaggia è una spiaggia. Essere bene informati riguardo alle alternative disponibili come destinazione per il turismo medico è la chiave per scegliere il miglior posto per la tua cura. Ecco alcuni fatti riguardanti una delle destinazioni:

 

La Thailandia è il leader mondiale incontrastato del turismo medico, ragion per cui puoi stare sicuro di ricevere un trattamento eccellente e salutare. Molti interventi – quelli necessari, del tipo che ti salvano la vita – possono essere compiuti a circa un decimo del costo in Europa o in America.

 

Praticamente qualsiasi tipo di procedura medica è disponibile in Thailandia con standard di prima classe, a un prezzo quasi imbattibile. Il settore del turismo medico in Thailandia non si rivolge solo a occidentali – il Paese è una popolare destinazione medica anche per gli asiatici.

 

La Thailandia è da decenni un paradiso per chi cerca relax. Accogliendo numeri enormi di turisti ogni anno, il Paese sa come trattare gli stranieri. L’inglese è parlato regolarmente dalla popolazione locale, il comfort è uno dei più grandi prodotti del Paese, e il cibo è famoso in tutto il mondo.

 

Pittoresca, piena di cultura, accogliente e sempre in cerca di fare del suo meglio, la Thailandia è una delle principali destinazioni turistiche in Asia. Ti aspettano lussuose spa per il benessere, numerosi siti patrimonio dell’umanità, bellissimi templi e isole mozzafiato. Di fatto, l’unico motivo per non scegliere la Thailandia è il caso in cui tu abbia un’altra “destinazione da sogno”.

 

Dopo l’ospedale

 

Con lo SkyTrain dietro l’angolo rispetto ai principali ospedali di Bangkok e ai quartieri circostanti pieni di hotel di ogni categoria e fascia di prezzo, la tua vacanza successiva all’intervento parte già bene. In quanto capitale politica, economica, culturale, culinaria e spirituale della Thailandia, Bangkok offre sia il fascino orientale sia la comodità occidentale, magari ogni tanto servita in modo caotico ma irresistibile, e comunque sempre con un sorriso. Dai templi spettacolari agli scintillanti centri commerciali e ai vivaci mercatini, fino alla vita di strada e alla vita notturna, ci vuole una spiaggia di prima classe per portarti via, e ce ne sono in abbondanza.

 

Hua Hin, una delle principali località costiere nazionali sul golfo di Thailandia, è a meno di 200 km a sud, il che la rende una delle località di fuga preferite per il weekend per chi abita in città. Popolare anche tra le coppie e le famiglie, tra i turisti e i thailandesi, Hua Hin offre una bellissima spiaggia, un’abbondanza di attività, numerosi ristoranti sulla spiaggia, un vivace mercatino notturno e alcuni tra i più famosi campi da golf in Thailandia.

 

Sull’altra costa, quella del mar delle Andamane, c’è il sole, il mare e la sabbia dell’isola di Phuket, con un’abbondanza di possibili sistemazioni e ogni struttura e attività immaginabile, dalle immersioni allo skorkelling, dal windsurf alla vela.

 

Koh Samui, 700 km a sud di Bangkok, è la principale destinazione tra le isole nel Golfo di Thailandia, e la seconda isola più popolare dopo Phuket. E’ facilmente raggiungibile con un volo di un’ora, offre spiagge magnifiche e una varietà di attività, e si rivolge a visitatori con ogni tipo di budget.

 

Indifferentemente da dove andrai, sarai accolto dalla famosa ospitalità e cordialità thailandese, dalla prelibata cucina thailandese a prezzi incredibilmente bassi, da massaggi thailandesi rigeneranti per pochi dollari, e da sofisticati trattamenti di spa a un costo minimo rispetto a quello che pagheresti dove vivi.

 

AD Asia Group e AD Asia Consulting operano in Thailandia fin dagli inizi del turismo medico, e sarebbero felici di consigliarti su qualsiasi aspetto del tuo viaggio in una delle strutture mediche di prima classe del Paese – e in seguito, verso uno dei nostri animati resort turistici.

Categories: PENSIONAMENTO, TURISMO

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*